ilpunto ricordo

Ricordo quando ai cinema c’erano le sedie in legno e la nebbia del fumo di sigaretta nella sala,mista all’odore di pop corn. Ambiente spartano. Oggi si direbbe antico,vintage. Il biglietto oggi i tickets avevano il colore rosso,arancione o giallo e verde o blu, non ricordo tanto bene. Ricordo invece la cassiera super truccata con le unghie lunghe laccate color rosso,con i capelli scintillanti,messa in piega perfetta e cotonati, avanti con l’età. Ricordo che immancabilmente si bruciava la pellicola e tutti a dire oooh! e partivano i fischi dalla platea. Oppure non partiva il sonoro. C’erano anche le cosidette “mascherine” signore stagionate dal look simile alla cassiera,che al buio con una torcia elettrica ti portavano alla seggiola libera. Nell’intervallo tra il primo tempo e il secondo c’era il venditore con una cassetta di legno poggiata sulla pancia che vendeva sacchetti di pop corn,patatine,aranciata e coca cola in bottigliette di vetro e i gelati ,il cono algida e la bomboniera e il caffè borghetti dentro un bicchierino di plastica sigillato. Era un altro tempo,erano gli anni 70.

ilpunto

Mi sarebbe piaciuto nascere negli United States. Nella calda California o nelle regioni piu’ interne dove montagne,boschi e laghi sono a vista mozzafiato. E chissà poi l’italia come l’avrei vista da cosi lontano. Da turista sicuramente. America dunque, dove ci sono quelli enormi spazi all’aperto e enorme strade. Dove i grattacieli arrivano fino al cielo. Si, in america dove tutto e’ grande e tutto e’ solitario allo stesso tempo,dove ci sono le grandi scuole e le università piu’ importanti del mondo,dove ogni manifestazione grande o piccola e evento finisce stampata su una t-shirt o un cappellino da baseball,dove ogni cosa dventa un gadget,dove Halloween e’ un enorme trip fantastico come il Natale pieno di luci scintillanti ed enormi alberi illuminati. Dove ci sono quelle casette con il proprio vialetto e giardino personale e il piccolo garage. Dove ci sono quelle grandi car tirate sempre a lucido. Dove la gente non e’ mai musona. Dove giri sempre con il naso all’insù. Sai l’inglese come prima lingua e non ti senti inferiore a nessuno. Niente politica per carità,ogni Stato ha i suoi pro e i suoi contro, la sua politica di destra e di sinistra, tuttavia il mio e’ un piacere solo visivo fatto di immagini che vengono dalla tv italiana e dai film americani che vengono trasmessi, stando al di qua dell’america ovvero nella little italy. Negli States ci sono stato due volte, un paese che mi attira senza sapere il vero perchè. Dove puoi contare su qualche sogno anche se non arriverai mai ad afferrarlo cosi ti dicono,cosi ti hanno detto,cosi hai letto. American dream.