Note notturne

*
C’e’ quel suono del violino nell’aria e nella mia testa
ci sei tu che lo suoni alla luce di una candela e una tempesta
di sera o di notte al buio dentro la casa
con fuori i campi e la campagna.
e il blu della sera circonda ogni cosa, fin giu’ alla vecchia stalla. lo
vedi per un attimo e poi sparisce,arriva di corsa il colore
della notte,un nero corvino che spazza via in un colpo deciso il blu turchino.
si accende il caminetto nella cucina antica
si leggono i racconti del 1800 tutti in fila
ci sono le tue sante cosce e i piedi nudi  da baciare
con il tuo sorriso mentre suoni il violino con note celestiali.
C’e’ musica e ballo fino a notte tarda con i suoni
antichi e il vento fuori che parla
una sana allegria che scaccia via le porte della malinconia
e dice benvenuta ancora vita mia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...