Al centro del freddo

*
Gelo e freddo sprezzante soffia nel viso e dentro le narici
in un bar dimenticato da dio e dagli uomini
con il gelo nelle ossa e nell’anima
mi versi nel bicchiere un po’ di whisky del tennessee
per scaldare quello che rimane vitale
I baci al sapore di whisky non li conoscevo
sono dolci mielosi e profumati di bosco
nello stesso tempo
con due candele accese in mano ci avventuriamo
nel buio blu della sera
lungo la strada che ci porta a casa.
Stranamente il vento non spegne le fiammelle
di noi due.
E mentre il freddo è fuori le coperte sono ben calde
a ricevere i corpi freddi che si intrecciano
mani e piedi nudi gelati come ghiaccioli alla ricerca di
un riparo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...