Lettera a Babbo Natale

*
Si comincia a sentire l’aria pre-natalizia complice il mese di novembre che sta per terminare.Cosa chiedi a Babbo Natale anche se ormai sono grande? Mi immagino quindi di mettermi dopo l’otto dicembre sotto l’albero di natale illuminato e nel salone semioscuro a scrivere la richiesta.Scriverei piu’ o meno cosi:
Caro Babbo Natale oltre ad esaudire i desideri dei piu’ piccoli,ci siamo anche noi,i cosidetti grandi, che sono rimasti orfani di Babbo Natale. Tu sei sparito quando, diventando tutti noi piu’ grandi, abbiamo capito che tu non esistevi,non sei mai esistito.Ma io confido che di notte,la notte di natale, ti affacci dal mio caminetto qui in salone e leggi la mia lettera.La richiesta e’ semplice semplice un bel gratta e vinci vincente,con un importo oscillante dai cinquemila euro ai cinquecentomila euro.A tua scelta. Lascia la scheda da grattare sul tavolo di notte e io la mattina che viene con una monetina grattero’ la scheda.
Che ne dici? E’ una bella idea di regalo? A me piace!
In attesa che il miracolo si compie la saluto e arrivederci al prossimo natale sempre con la stessa richiesta.

Ah,dimenticavo,quando vedi la tua consorte,la Befana,digli che nella calza voglio trovare lo stesso regalo.
Buon Natale Babbo Natale

Annunci

Mattina

*

Piove.Freddo nel letto,le tue gambe nude e i tuoi piedi intrecciati ai miei per avere piu’ caldo.Preludio all’inverno che prima o poi arrivera’,con tutti i suoi malanni che porta dietro a se’.Ti solletico ai piedi nudi,risate.Iniziare la mattinata ridendo dicono che fa bene.Scappiamo dall’inverno,dai,raggiungiamo la california o qualche isola tropicale,nessun luogo e’ lontano,tutte le citta’ se vuoi sono a portata di mano per raggiungere il caldo.

Step

*
Mi alzo dal letto e ti prendo per i piedi nudi e ti solletico,risate per tutta casa,una veloce occhiata al tempo e via in macchina,accendi la radio e metti i piedi sul cruscotto,iniziano le fermate: prima fermata colazione,seconda fermata limoniamo duro,terza fermata lungomare,quarta fermata ristorante,quinta fermata a casa a vedere film in dvd,sesta fermata pomeriggio dentro il  letto,settima fermata sul divano,ottava fermata cena all’aperto,nona fermata in bar,decima fermata ritorno a casa.

Diario invernale

*

Mal di schiena da qualche giorno,poche ore riposate questa notte,nuvolo oggi,freddo anche,tempo smorto,silenzio per casa,qui in campagna tutto fa silenzio,ovattato,la luce color latte,qualche luce accesa per casa,sembra di attesa,pomeriggio sul divano in riposo,con zapping,e kindle,passera’ il mal di schiena? Eccolo il novembre invernale,come dicevo ieri,e’ arrivato.Passo e chiudo.