Sonetto

….del Belli (inizio)

La Verità è ccom’è la cacarella,
che cquanno te viè ll’impito  e tte scappa
hai tempo,  fijja, de serrà la chiappa
e stòrcete  e ttremà ppe rritenella.

Annunci

Ci siamo,quasi!

*

Ancora una manciata di giorni e saremo sommersi da una nuvola natalizia.La nuvola gia’ si vede in lontananza ed e’ bella carica,stara’ sopra le nostre teste fino al sei gennaio quando il tutto sara’ finito sparira’.Senza che ce ne accorgiamo il natale piombera’ all’improvviso investendoci in pieno.Pubblicita’,suoni e canti di natale,babbi natale in ogni luogo,luci intermittenti,regali su regali,carta sgargiante,presepi,panettoni,torroni,pesce fritto,lasagne,cotechino,zampone,lenticchie,patate arrosto,arrosti,polli, galline,brodi,cappelletti,tacchini,capponi,spumanti,champagne,tavolate,tombolate,carte,pance piene, pance intasate,amari,amaretti,digestivi,bicarbonato,televisori accesi,film religiosi,maratone tv,beneficenze a go go , buoni propositi,neve e freddo,camini accesi,termosifoni accesi,euforia,cestini,frutta secca,sorrisi veri,sorrisi finti,parenti e parenti serpenti,amici veri e finti,messe natalizie,veglioni,alberi di natale,alberi veri e finti,decorazioni, e apoteosi delle frasi fatte e quelle di circostanza e infine trombate e chi piu’ ne ha piu’ ne metta! Il piu’ grande movimento di persone e soldi per il natale sta per iniziare! Siamo pronti? Ancora un po’ e saremo investiti da tutto questo! Lasciamoci travolgere da questa ondata godereccia e rimbombante! Vamos!

Nero su bianco

Parole su parole,scritte nero su bianco,caratteri che corrono,caratteri che si rincorrono,non c’e’ il tic tac della macchina da scrivere,tic tac,tic tac,tic,tac,tutto silenzioso,soft,leggero,taglia,scrivi,copia,incolla,senza colla,nessun rumore,tic tac,tic tac,schermo luminoso,ipnotizza,luce al led,luce artificale,luce come una lampadina,sopra i caratteri neri,impressi,come tatuaggi su una pelle elettronica,lo schermo,tic tac,tic tac,la macchina da scrivere una volta faceva tic tac,c’era la carta,bianca,a quattro,bianca come lo schermo,e all’improvviso va via la luce,la corrente,oh no,ricominciamo dall’inizio…..Parole su parole,scritte nero su bianco…..

DSCN0098

Estate passata

*
Alzo gli occhi al cielo
cielo del colore dei diamanti
zaffiro questa mattina
un azzurro limpido e accecante
la voglia di mare e acqua marina
e’ alla portata oggi
Accendi la radio in macchina ad alto volume
metti i piedi nudi sul cruscotto e via
a velocita’ spedita siamo in spiaggia
a guardare altri che gia’ stanno a mollo
a giocare.
Sdraiati su asciugamani come lucertole
prendiamo il sole e poi una corsa
verso il mare e con un tuffo gia’
stai sopra di me con la voglia di
capriole.
Risate e schiamazzi d’acqua lasciano passare
il tempo
In un baleno sono gia’ passate otto ore
il tramonto sta arrivando e la sera
si sta per annunciare
In giardino la sera d’estate
con il barbecue acceso
e il ciondolare tra divano e stanchezza
che allunghi le tue lunghe gambe nude
con i piedi sopra tavolo
e morfeo sta per arrivare
Buonanotte.

Solo per un attimo!

*

Ci vorrebbe, ogni tanto, un monte a portata di mano. Come esci di casa e appena giri a destra, subito a tua disposizione, ed arrivare fin sopra alla vetta per non sentire la cacofonia stressante e continua della valle.Siamo pressati dalla quando ci svegliamo a quando a sera andiamo a dormire a un continuo stress sonoro senza sosta,anche il semplice vociare del compagno/a acutizza lo stress.Ci vorrebbe quindi un Isolamento da tutto e da tutti,come si dice…..me ne andrei sopra una montagna per non sentire nessuno. Un attimo di raccoglimento e silenzio assoluto gioverebbe al cuore e alla mente. O no? (tutti in coro in silenzio…….siiiiiiiiiiiii)