Ieri sera

*

Scendo dal treno e….nebbia, anche se penso fosse foschia.Magia all’improvviso così!

IMG_20171018_060330

Annunci

Sogno

*
mare3__x

°
Ho fatto un sogno questa notte….

mare,spiaggia e ci sei ma…ma e’ come se non ci sei

ho fatto un sogno con il sole bello e c’era il magrebino che urlava cocco bello

ho fatto un sogno e sull’asciugamano c’era la crema quella solare

che voleva stare piu’ sulla tua pelle che aspettare

dal tuo collo fin giu’ dalla schiena fino ai piedi nudi belli

voleva restare

ho fatto un sogno e c’era nell’aria profumo di angurie e tropicana

c’era il sole bello,il mare bello,e la radio accesa suonava

Mi sono svegliato e tutto questo non c’era piu’

c’era il freddo di una mattina invernale che chiamava

la sveglia suonava,il lavoro ti chiama.

Odori

*
Abito in campagna in mezzo a terreni coltivati,ci sono solo villette che costeggiano le strade asfaltate e un bus (circolare) che lo prendi per raggiungere la metro dopo 20 minuti di tragitto per andare al lavoro. Se fossi americano direi che abiterei (come tutti gli americani) nella dowtown. Dal caos della città mi sono trasferito nel silenzio della campagna.Qui ovviamente c’e’ un aria diversa che in città. Non solo meno inquinante e piu’ fresca meteo parlando ma anche culinaria. Oggi grazie al sole e una giornata quasi estiva,qui tra i vicini di casa ma anche lontani da casa,si sono accesi i barbecue. Odore di legna e di carne cotta alla brace a tutta volontà. In città non c’e’ questa aroma quando passeggi per il centro o periferia. Al massimo senti odore di sugo al ragù che proviene da chissà quale palazzo. Oppure se entri dentro un palazzone di 12 o 13 piani,puoi sentire nell’androne o nel pianerottolo,dove c’e’ la portiera o il portiere, odore di broccoletti o minestrone.In inverno e’ sempre cosi. Non in tutti i luoghi ci sono odori uguali. A volte arriva prima l’odore e poi il nome: “Ah questa e’ Maria la portiera che sta cucinando i broccoletti””

Verità nascoste

*

…e chissà le pareti d’albergo,la carta da parete quante cose ci racconterebbero se potessero parlare.Segreti,bugie,baci,discorsi.

Ogni volta che entro dentro una stanza d’albergo mi chiedo sempre chi ci sarà stato qui,chi ha dormito dentro quel letto.